Treviso - Associazione Culturale per l'Affresco

by Associazione Culturale per l'Affresco
Vai ai contenuti

Treviso

GALLERY > 2014

Data:      8-9 aprile e 1-3 luglio 2014
Città:      Treviso
Nazione: Italia
Luogo:   Atelier - Treviso, via Del Mozzato 32
Maestro: Dalla Pietà Marisa

Tema dell'affresco: Libero su bozzetto delle allieve.
Corso propedeutico su tavella con approfondimenti tecnici.

Allievi frescanti:

  • Franca Corbolante

  • Donata Rossi

  • Angela Centanin


"Da tempo desideravo fare l'esperienza dell'affresco, ma non avevo trovato maestri attendibili. Ultimamente ho avuto l'opportunità di conoscere un'insegnante valida, che mi insegnato la tecnica e le nozioni di base per quanto riguarda la stesura degli intonachi, l'applicazione dei colori, la sistemazione dei disegni e le rifiniture, con informazioni sulla chimica, che sta alla base della conservazione dell'affresco stesso. Ne sono uscite delle belle cose. Mi dichiaro soddisfatta di questo corso propedeutico, e intendo proseguire per un' ulteriore pratica."

Franca Corbolante   


"Mi chiamo Angela Centanin, ho 18 anni e da poco ho frequentato il corso di affresco a Treviso seguito dall'insegnate Marisa Dalla Pietà.
Devo essere sincera, quando mi proposero di fare quest'esperienza non ero del tutto sicura e ben che meno entusiasta. L'idea di imparare una tecnica così antica e oramai quasi messa da parte non mi allettava affatto. Ma cominciai lo stesso, fiduciosa di trovare in questa nuova esperienza qualcosa di più, qualcosa per cui valesse la pena. Così incominciai. Dopo una serie di informazioni tecniche sull'affresco, insieme a Marisa, presi in mano la cazzuola e spalmai la malta sul cotto. La materia era malleabile ed io dovevo solo distenderla, farla asciugare ed aspettare. Una lenta attesa, perché la malta fosse pronta per essere dipinta. Perché questo era.
"Forza! Calca la figura dal disegno e dai di colore! Mettine tanto, mi raccomando." Io da ingenua ne misi relativamente poco, e a opera compiuta alla fine l'affresco si impallidì moltissimo. Non ho avuto la fortuna del principiante, ma tutto sommato dei miei lavori non ne sono del tutto delusa. Alla fine si crea un certo legame, tra te e quello che hai creato. L'affresco mi ha insegnato due cose: la prima, dai sempre tanto colore perché la malta ne assorbe più di quanto tu possa pensare, e la seconda: il tempo di preparazione è ancora quello di secoli fa. C'è una sorta di collegamento spazio-temporale tra quest'arte e il nostro secolo. La lentezza, la pazienza, ma allo stesso modo la decisione dell'imprimere il colore nella calce. Una filosofia, si potrebbe dire."

Angela Centanin  


Torna ai contenuti