Argentina 1° - Associazione Culturale per l'Affresco APS

by Associazione Culturale per l'Affresco Aps
Vai ai contenuti

Argentina 1°

GALLERY > 2018

Data: 11-20 aprile 2018
Città:
San Justo (provincia di Santa Fe)
Nazione: Argentina
Luogo:
All'interno della Sala Polivalente della Casa della Cultura - Municipio di San Justo (in allestimento e da inaugurare durante i festeggiamenti dei 150 anni della fondazione della città il 06.05.18; per congressi, concerti, ecc.)

Maestro:

  • Bernardo Molinas Agnellini
    (Spinea, provincia di Venezia, Italia)

Allievi Frescanti:

  • Con la collaborazione di professori e studenti della Escuela Municipal de Bella Artes, EMBA, di San Justo.
    Professori: ROSANA CORRADI, CONRADO HASPERT, GEORGINA VERA CANDIOTTI, ROSAURA ANGELONI,  MONICA CHAPOT, ENAMUEL SCOTTA, EXEQUIEL VEGA.
    Muratore: Roberto Pagliero

Tema dell'affresco:

"MULTIPLES LENGUAJES" (LINGUAGGI MOLTEPLICI)

Da un bozzetto di Bernardo Molinas Agnellini
Descrizione:
MESSAGGIO: In questo affresco è suggerito che il maggior rischio rappresentato dai “Social Media” sia la perdita di immaginazione di ciascun individuo.
BREVE LETTURA: Un percorso nel tempo, con immagini in diagonale, può essere osservato in alto, da sinistra a destra ... per poi continuare in basso, da destra a sinistra. Vediamo primati che ci precedono nella nostra evoluzione ... “senza bocca e grandi occhi”. Successivamente la "prima" IMMAGINE, un "salto dell'umanità", ad Altamira. IMMAGINE che appare prima della PAROLA SCRITTA in Asia e in America. IMMAGINI molto antiche (‘las manos’ della Patagonia) anche in Argentina.
Troviamo la televisione che viene dalla Lanterna Magica (dipinta e criticata dal figlio del Tiepolo), con le sue manipolazioni rappresentate dal diavoletto di un affresco senese del 1400.
I libri (e dietro loro, gli autori, “gli altri nostri genitori”) esistono ancora ma … i loro titoli sono già evanescenti, e stanno per scomparire.
Vengono citati come omaggio il murales di Cesar Lopez Claro (“Represion”) e gli alieni “Los Manos” nel famoso fumetto di fantascienza “El Eternauta” di Oesterheld e Solano Lopez.
Avevamo già suggerito dal 2008 in poi, con il codice a barre, che eravamo marcati, "globalizzati" (vedi l’uomo impigliato nel Grafene con il codice; a questo si aggiunge il QR-code).
Adesso lo Smartphone e i "Social Media" invadono.
IMMAGINI contro PAROLE.
Alcune immagini: dipinti, affreschi, foto, anche nei film e in televisione, sono meravigliosi, ma Milioni e Miliardi di IMMAGINI, invece, occupano il nostro tempo, uccidono la PAROLA, il LIBRO, i pensieri e più importante: la nostra immaginazione.
Le persone stanno perdendo la bocca, i loro occhi sono ingranditi. Una manipolazione per una presidenza (come quella che preoccupa al senato che interroga proprio in questi giorni a Facebook), che dura solo un respiro (quattro, otto anni?), o anche il controllo della nostra privacy, rappresentano un rischio inferiore rispetto alla perdita di immaginazione di ciascun individuo. Messaggio finale: può esserci comunque qualcosa di positivo ... possiamo avere un ruolo? Sì. Se ognuno di noi partecipa con le PROPRIE IDEE, scritte ... e le difende!
Bernardo Molinas Agnellini
MENSAJE:  Se sugiere en este fresco que el riesgo más grande representado por los “Social Media” sea la pérdida de la imaginación de cada individuo.
BREVE LECTURA: Un recorrido temporal, con imágenes en diagonal, se puede observar en la parte superior, de izquierda a derecha ... para luego continuar abajo, de derecha a izquierda. Vemos primates antecedentes de nuestra evolución … sin boca y grandes ojos. Luego la ‘primera’ IMAGEN, un ‘salto de la humanidad’, en Altamira. IMAGEN que aparece antes de la PALABRA ESCRITA, en Asia y América. IMAGENES muy antiguas (las Manos de la Patagonia) también en Argentina. Encontramos la televisión que proviene de la Linterna Mágica - pintada por el hijo del Tiepolo - con sus manipulaciones  representadas por el  diablillo de un fresco de Siena del 1400. Los libros (y atrás de ellos sus autores, “nuestros otros padres”) existen aún, pero sus títulos son ya evanescentes, y están  como por desaparecer. Se citan como homenaje el mural di César López Claro (“Represión”) y los extraterrestres  (“los Manos”) de la famosa historieta de ciencia ficción “El Eternauta” de  Oesterheld y Solano López.
Habíamos ya sugerido en forma innovadora desde el 2008, con el código a barras sobre la piel, que estábamos marcados,  “globalizados” (ver el hombre enredado en el Grafene con el código al que se agrega el QR-code). Ahora el Smartphone y los  “Social Media” nos invaden.
IMAGINES versus PALABRAS. Algunas imágenes: pinturas, frescos, fotos, incluso en el cine y en la televisión, son una maravilla, mas Billones ... Trillones de IMAGINES, en cambio, ocupan nuestro tiempo, matan la PALABRA, el LIBRO, los pensamientos y lo más importante: nuestra IMAGINACION. Las personas van perdiendo la boca, se agrandan sus ojos. Una manipulación por una presidencia (como la que preocupa al Senado que interroga justo en estos dias a Facebook), que sólo dura un soplido (cuatro, ocho años?), o aún el control de nuestra privacy representan un riesgo menor que el de la pérdida de imaginación de cada individuo. Mensaje final: de todos modos ¿puede haber algo positivo... podemos tener un rol? Sí. Si cada uno de nosotros participa con sus  IDEAS PROPIAS, escritas ... y las defiende!
Bernardo Molinas Agnellini
Commenti:
Notevole la collaborazione del Municipio (Sindaco Nicolas Cuesta, Asesoras Gisela Acosta y Monica Astore) e di tutta la Scuola EMBA (Direttrice Erica Cettour, professori, personale amministrativo e studenti) nei 8 giorni promessi per completare l'opera.
A parte vedi i seguenti LINK:
Inaugurazione e trasmissione TV, con autorità del Municipio di San Justo che ha sponsorizzato la realizzazione di 2 affreschi su muro:
Diffusione dei lavori per realizzare 2 affreschi su muro da parte della Scuola di Belle Arti dipendente dal Municipio, EMBA:

Referente artistico: Ludovico Calabrò
Torna ai contenuti