17 aprile 2016 - Associazione Culturale per l'Affresco

by Associazione Culturale per l'Affresco
Vai ai contenuti

17 aprile 2016

News > Incontri con i Frescanti
Incontro con i Frescanti
Basilica Santuario SS. Vittore e Corona, 17 aprile 2016
Dalla sede della "Scuola Internazionale per la Tecnica dell'AFFresco"
1^ Riunione dei Frescanti d’Italia alla Basilica Santuario SS. Vittore e Coronaa Feltre (BL) 17 Aprile 2016.
Nel contesto del Basilica Santuario SS. Vittore e Corona si sono riuniti i “Frescanti d’Italia”.
Scelto per la sua logistica e per le meravigliose opere di affresco in essa contenute. Non ultimo, per importanza, presso il monastero si trovano il primo e anche l’ultimo affresco del Maestro Vico Calabrò, realizzati a distanza di circa 40 anni l’uno dall’altro. L’idea di una sinergia tra il Rotary e l’artista Vico Calabrò è stata formalizzata già nel 2011, voluta dal Rotary Club Feltre insieme al Rotary Club Conegliano, con la collaborazione del Rotary Club Belluno, del Rotary Club Asolo e Pedemontana del Grappa e patrocinata dal Rotary International Distretto 2060.
l’assemblea è presieduta dal rappresentante per il Rotary e presidente della SITA arch. Tiziano Sartor e dal Maestro Vico Calabrò.
Dopo le presentazioni di rito, segue l’intervento del presidente Sartor che riassume la storia di questa Scuola internazionale, la sua nascita e il ruolo importante segnato dal Rotary nello sposare il sogno del Mastro Vico Calabrò di tramandare la tradizione artistica italiana del “buon fresco”.
Il Maestro Vico prende la parola dicendosi contento per la partecipazione dei presenti e ringrazia quanti, pur non presenti, si sono giustificati e hanno chiesto un resoconto della giornata .
La Scuola Internazionale per la Tecnica dell’Affresco si propone di rappresentare questa specialità tecnica e artistica della Cultura Italiana nel Mondo. Appartenere a questa Scuola deve essere un onore, ma deve impegnare i membri a dare il massimo delle proprie capacità e possibilità. Chi intende operare in tal senso si sente “Maestro” quando è consapevole di essere pronto: ovvero sta “all’Etica del singolo”. L’umiltà e l’esperienza devono essere il faro che ci guida e che ci consiglia, anche nel chiedere l’aiuto ad altri maestri per terminare affreschi che lasceranno il segno del nostro passaggio nel tempo.
Non ci sono esami da sostenere per essere un Maestro Frescante, ma il maestro deve saper applicare la tecnica alla lettera senza scorciatoie soprattutto quando insegna le regole dell’affresco, che sono la Grammatica per imparare quest’arte ormai in via di estinzione in quanto non viene insegnata nelle scuole, ma solo accennata come tecnica.
Si deve rispettare un DECALOGO dell’AFFRESCO:
• L’affresco si insegna esclusivamente sui muri, salvo casi eccezionali.
• Ci vuole una fase preparatoria che può durare anche mesi.
• Bisogna conoscere i materiali, i pigmenti, i colori vanno chiamati con il loro nome.
• Va utilizzata la dispensa del Maestro Vico Calabrò per apprendere conoscenza e insegnamento per la mente non solo per la mano.
• Il maestro propone visite guidate ai produttori di materiali, e ad opere significative del territorio.
• Il muratore che ci aiuta deve eseguire quello che il maestro richiede, utile sarebbe trovare IL MURATORE DEVOTO “… è il muro che comanda non l’orario del pranzo.
• Ci vuole un addetto al magazzino che deve essere sempre pronto e in ordine.
• Ci vuole un responsabile del cantiere.
• Ci vuole un addetto alla logistica e ai rifornimenti.
L’incontro è proseguito con altre informazioni che possono essere viste sul sito internet della Scuola:  www.scuolainternazionaleaffresco.eu
A seguire c’è stato spazio anche per alcune domande.
Alla domanda : “Quando si è consapevoli di essere un Maestro “ - La risposta: “Quando ti senti pronto”.
Alla domanda: ”Come individuare le persone che sono interessate veramente a imparare” - La risposta è: “Si deve fare una prima scrematura già nelle premesse, no ai minorenni, non si coinvolgono le scuole superiori. Al massimo, nell’ambito delle materie artistiche, si possono spiegare le tecniche”.
Bisogna essere rigorosi nel rispetto delle regole anche a costo di diventare antipatici.
Alla domanda: ”un Maestro iscritto alla scuola, che usufruisce del patrocinio e logo del Rotary può rivolgersi alla scuola per avere la disponibilità di altri maestri per un aiuto su un lavoro di affresco commissionato?” - risposta: ”Basta il passaparola, si invitano le persone più vicine per territorio ma può aderire chiunque se disponibile, è importante organizzare vitto e alloggio”.
I corsi per Borsisti messi a disposizione dal Rotary cercano maestri frescanti. Si ribadisce che il maestro, offre volontariamente la sua opera in cambio di un attestato di gratitudine.
Si può consultare e intervenire sul il Forum presente sul sito internet. Per ragioni di sicurezza tutti i post sono controllati prima di essere pubblicati.
Altra iniziativa da vedere è la così detta BANCA DEI MURI, ben spiegata sul siti internet della Scuola.
L’incontro prosegue a tavola dove ci viene servito un pranzo squisito e anche alle cuoche va il nostro ringraziamento.


Scarica le Direttive ai Maestri Frescanti


Torna ai contenuti