La SITA è presente al d-Nest - Associazione Culturale per l'Affresco APS

by Associazione Culturale per l'Affresco
Vai ai contenuti

La SITA è presente al d-Nest

News
D-NEST: DA NIDO DELL’AFFRESCO A NIDO DEL FUTURO

D-NEST: DA NIDO DELL’AFFRESCO A NIDO DEL FUTURO
La sfida è stata tosta e il risultato c’è stato. Con queste parole, un manipolo sparuto di rotariani che gravitano intorno al Service distrettuale Scuola Internazionale per la Tecnica dell’Affresco, parlano della manifestazione futuristica svolta nei mesi scorsi al Pala Expo di Venezia (Marghera).
D-nest che sta per “nido dello sviluppo”, dove sono convenuti per mostrare la loro creatività, genialità, originalità, talenti ed inventori alla ricerca di opportunità, di sviluppo e di futuro.
Un contributo al disegnare, immaginare, costruire il futuro. Perché mai proprio a Venezia una manifestazione così proiettata verso l’innovazione? Perché Venezia è essa stessa frutto ed emblema di una innovazione destinata a durare nel tempo.
Quattro giorni dove oltre un centinaio di espositori europei, hanno illustrato i loro brevetti, soluzioni, idee e applicazioni straordinarie e pronte a spiccare il volo.
In quest’ambiente così attraente e stimolante ha così trovato posto lo stand del Distretto Rotary 2060 e a lato di esso, un piccolo vero cantiere, dove per la durata intera della manifestazione di metà ottobre, due maestri frescanti coadiuvati da una alternanza di allievi, hanno destato l’attenzione continua dei visitatori, sorpresi e interessati ad apprendere e a seguire l’evoluzione dell’opera d’arte in corso di realizzazione.
È stato interessante osservare come singole persone, coppie, piccoli gruppi, scolaresche e famiglie sostassero immobili allo stesso modo; assorti in un relativo silenzio quasi mistico, pur trovandosi in quella cornice così estranea eppure presenza ammiratissima, l’affresco! Tutto questo è rimbalzato di continuo in un via vai incessante per tutto il tempo della durata della mostra; anche sul nostro “libro delle dediche” che riporta testimonianze e considerazioni davvero toccanti dove i bambini non sono stati da meno con i loro pensieri, disegni, domande e sguardo attento.
Molte le visite illustri, a iniziare dal Sindaco di Venezia che ha sostato a lungo per farsi spiegare a fondo il procedimento ma anche le potenzialità di formazione che la Scuola offre. Basti pensare alle richieste ricevute, di realizzare in concreto degli affreschi e i rappresentanti d’istituti tecnici che si sono proposti di organizzare dei corsi c/o le loro sedi. Si è potuto misurare e toccare con mano la grande voglia di affresco che è presente e l’altrettanta che è latente. Abbiamo colto tutti i segni migliori di una grande potenzialità che ha questa iniziativa a suo tempo intrapresa e che potrebbe essere sviluppata ancor di più perché “dove c’è un muro, può esserci un cantiere scuola per l’affresco”; in Italia ma anche all’estero naturalmente, come già di fatto sta avvenendo da tempo.
Questo significa, più allievi, più committenti, più lavoro. Tema caro al Rotary e a questa Scuola, quello dell’avviamento verso una professione! Man mano che si allargherà la base di adesione dei Rotary Club, sempre più numerosi a questo Service sostenuto dal Distretto Rotary, si potranno sviluppare iniziative volte a sensibilizzare gli Istituti d’Arte e le Istituzioni pubbliche.
Pier Paolo Becich
Documentario
Impressioni - Sensazioni - Emozioni
Torna ai contenuti