RADUNO NAZIONALE DEI FRESCANTI 2017 - Blog - Associazione Culturale per l'Affresco APS

by Associazione Culturale per l'Affresco
Vai ai contenuti

RADUNO NAZIONALE DEI FRESCANTI 2017

Associazione Culturale per l'Affresco APS
Pubblicato da in Incontri ·
A MONTEFIORE DELL'ASO
IL RADUNO NAZIONALE DEI FRESCANTI 2017
di Lorena Ulpiani

9 - 10 OTTOBRE - "TIENE A BATTESIMO" iL CENTRO PERMANENTE

Il 9 e 10 ottobre Montefiore dell’Aso (Ap), ospita il Raduno nazionale dei frescanti 2017: ad accoglierli è il Maestro Vico Calabrò. Tutti insieme approfondiremo l'opera di Adolfo De carolis e relizzeremo un'opera per il Comune.
L’emozione è grande: per essere riuscita a realizzare il sogno di praticare l’affresco; per essere riuscita a farlo con un Maestro come Vico; per aver ricevuto il “dono” grandissimo di portare il Raduno nazionale 2017 nel comune dove sono nata e dove ho fondato uno dei Centri permanenti per l’affresco collegato alla Scuola Internazionale per l’affresco, voluta da Calabrò (l’altro è ad Ascoli Piceno); per aver trovato nell’assessore alla cultura di Montefiore, Serena Curto, una persona splendida con la quale entrare in sintonia da subito. Sono tanti i motivi per dire che sono felice… e anche fiera di me. E adesso, si lavora!

Il programma del Raduno nazionale prevede sia momenti di studio, sia di operatività. Saranno approfondite le opere e la figura di Adolfo De Carolis, pittore nato a Montefiore dell’Aso il 6 gennaio del 1874. Di lui, oltre al sepolcro nella Chiesa di San Francesco, si conservano nel Museo omonimo, i dipinti (bozzetti) sottoposti al committente per il maggiore ciclo affrescato dal Maestro marchigiano, quello nel Salone dei Quattromila, nel Palazzo del Podestà di Bologna; un intero ciclo olio su tela, collezione straordinaria nel suo genere.

Per la parte operativa della due giorni, verrà realizzata un'opera a più mani da parte di tutti i maestri che ricordi l'omaggio a De Carolis, il passaggio dei frescanti e ringrazi il Comune per l’accoglienza riservata al Raduno.
Il Museo De Carolis, è parte del Polo Mussale Comunale che include, fra gli altri, il Museo Domenico Cantatore, cittadino onorario; la sala dedicata a uno fra i più ammirati polittici di Carlo Crivelli; il Centro documentazione scenografica Giancarlo Basili, il Museo della civiltà contadina che si allarga alle colline in una rete di sentieri attrezzati e segnalati, da percorrere a piedi, in bici o anche a cavallo.

Il Raduno, pur essendo un momento di incontro fra professionisti dell’affresco, è aperto ad appassionati e curiosi che in quel giorno hanno possibilità di conoscere i rappresentanti dei diversi centri attivi in Italia, oltre a poter osservare al lavoro tutti i maestri insieme.
Agli ospiti del Raduno viene praticato uno sconto sul soggiorno da parte delle strutture convenzionate.

Qualche immagine dell'ultima riunione, quella nella quale si è decisa anche la nascita a Montefiore dell'Aso, del Centro Permanente per l'affresco, ospitato dal Polo Museale in forma stabile. Da sinistra: il maestro Vico Calabrò con il vicesindaco e assessore alla cultura, Serena Curto





Nessun commento

Torna ai contenuti